229

DRONE.ITA

DRONE ITA


facebook

Tutto ciò che vuoi sapere...

DRONE ITA: web-magazine / blog sui droni ad utilizzo ricreativo (amatoriale) e professionale. Sito web nato per passione, nel mese di Febbraio 2019 e già leader nell'informare i suoi lettori sul settore dei droni e sulla normativa inerente questo settore. Prima di utilizzare i contenuti di questo sito vogliate consultare il DISCLAIMER  Copyright. All Rights reserved by wizrd entertainment

pocketosmo
{

Dovresti averne una!

BLOG - tech - novità - consigli

le news dal mondo dei droni

15/02/2019, 11:14

Firenze mavic drone



Non-metterti-nei-guai!


 geofencing 2.0 e attuale normativa



Sono recenti i casi di droni avvistati nei pressi degli aeroporti (quello di Londra) o Newark (di New York) che hanno provocato ritardi e disagi al regolare flusso di voli di linea. 
Le motivazioni non sono solamente legate alla possibilità che un quadricottero possa andare in collisione con un Boeing in atterraggio (o decollo) ma anche, più ampiamente, di sicurezza antiterroristica. 

E’ invece di altra natura il rischio che si può correre a far volare il drone in centri abitati. E’ successo il 13 Febbraio 2019 che dei turisti Irlandesi, con un bellissimo Mavic 2 Pro siano stati bloccati e poi denunciati dalle forze dell’ordine, in centro a Firenze, mentre facevano riprese video in Piazza San Giovanni

L’infrazione al regolamento è doppia; intanto è stato violato l’ATZ dell’aeroporto di Firenze Peretola; non è possibile infatti volare all’interno degli spazi aerei di traffico aeroportuale e per questo DJI ha appena aggiornato il suo geofencing alla versione 2.0, ma oltre a ciò, un hobbista, non deve mai volare in centri abitati né sorvolare persone "non coinvlte".

Questa possibilità, invece, sarà data, dal 2022 a tutti i droni che rientreranno nella categoria A1 (sotto i 900 grammi - con transponder e marchio CE). Ulteriori dettagli li potete trovare su questa pagina.
12/02/2019, 18:49

trasponder, drone, EASA, ENAC, GPS, Mavic



I-prossimi-droni
I-prossimi-droni


 super controllati (!)



Dal 2022 i droni che supereranno il peso di 250 grammi dovranno montare obbligatoriamente un transponder, l’apparecchio dovrà quindi trasmettere i dati con protocollo aperto e ricevibile dai dispositivi mobili (in possesso delle Forze dell’Ordine?), forse basterà una semplice app per smartphone.


Durante il volo del vostro futuro
quadricottero, il transponder dovrà continuamente trasmettere -ipoteticamente- le seguenti informazioni:


Numero registrazione operatore 
Numero di serie transponder 
Coordinate GPS della posizione del drone
Coordinate GPS della posizione in cui si trova il pilota o del punto di decollo (quindi sarà un azzardo, ad esempio, portare il vostro drone a un km di distanza, o più, come fa vedere su YouTube questo ragazzo).


Con l’approssimarsi dell’entrata in vigore delle nuove normative
EASA sapremo certamente qualcosa in più, e vi aggiorneremo. Di sicuro, tra qualche anno, saremo molto più controllati rispetto ad oggi; un vincolo alla libertà del volo, ma una maggiore sicurezza.



11/02/2019, 17:37

Phantom 3, Mavic, GoPro 7, Dji, Spark, ebay, Amazon



Che-faccio?-Lo-compro?


 Cosa resterà dei modelli Phantom?



Nell’attuale era dei Mavic 2, droni consumer di ottima fattura, quanto ci dovremmo attendere di spendere per acquistare, invece, un più datato, ma ancor utilizzabile, Phantom 2 o Phantom 3?


O, al contrario, a quanto potreste riuscire a vendere quello che tenete parcheggiato in cantina? Il mondo dei droni è in continua evoluzione e, così come per l’ambito degli smartphone, i modelli si succedono in continuazione. Samsung presenta ogni anno un modello di punta, così come fa Apple. Lo stesso accade per le actioncam; la Gopro è arrivata alla sua settima generazione nel giro di pochi anni e, a tale proposito, non sembra voler essere da meno anche DJI, che di droni ne ha già presentati e venduti parecchi. A partire dal drone "nudo e crudo", senza videocamere a bordo, sino a quello più evoluto che può montare videocamere per utilizzo cinematografico (wow!). Nel mentre abbiamo assistito allo sviluppo di

droni "ultraleggeri" e compatti, molto adatti per le gite fuori porta (ad es. Spark - Mavic Air).


Ma cosa resterà dei modelli Phantom? Sono ancora dei buoni droni? Ha ancora senso acquistarne uno?
Secondo noi sì (se usato). Per chi ora si sta appassionando al mondo dei quadricotteri può essere un buon punto di partenza. Sia il Phantom 2 che il Phantom 3 sono dotati di gps e di sistemi evoluti di volo, come ad esempio il Return to Home. Il Phantom 2 non nasce con la videocamera a bordo ma è possibile installare una GoPro (esiste anche una versione "Vision" con videocamera proprietaria che ha però qualità leggermente inferiori rispetto a GoPro) mentre la famiglia di Phantom 3 ha la videocamera stabilizzata a
bordo, da 12 megapixel, in alcuni modelli utilizzabile anche per riprese in 4K.


E allora, nell’ambito dell’usato, pensiamo che sia un prezzo onesto acquistare un Phantom 2 tra i 180 ed i 280 Euro, così come è possibile trovare i Phantom 3 nella fascia di prezzo che va dai 250 ai 500 Euro.




134
Create a website