229

DRONE.ITA

DRONE ITA


facebook

Tutto ciò che vuoi sapere...

DRONE ITA: web-magazine / blog sui droni ad utilizzo ricreativo (amatoriale) e professionale. Sito web nato per passione, nel mese di Febbraio 2019 e già leader nell'informare i suoi lettori sul settore dei droni e sulla normativa inerente questo settore. Prima di utilizzare i contenuti di questo sito vogliate consultare il DISCLAIMER  Copyright. All Rights reserved by wizrd entertainment

pocketosmo
{

Dovresti averne una!

BLOG - tech - novità - consigli

le news dal mondo dei droni

25/02/2019, 10:19

AwHero, drone, drone sorveglianza, leonardo



AwHero,-elicottero-a-pilotaggio-remoto


 drone elicottero , sorvegliati dall’alto



E’ stato presentato pochi giorni fa’, esattamente il 15 Febbraio 2019, il nuovo drone-elicottero progettato e realizzato da Leonardo, fiore all’occhiello dell’industria aeronautica europea, nel suo stabilimento di Pisa.


L’AM di Leonardo, Alessandro Profumo, fa sapere che l’azienda sta investendo molto in termini di tecnologie relative alla "guida senza pilota" in quanto queste rappresentano il futuro, non solo che automobilistico, ma anche aeronautico. In questo settore il mercato è in piena crescita e Leonardo ne vuole essere il leader.


Si chiama AwHero, pesa 200 Kg ed è lungo più di 2 metri, queste sono le caratteristiche note del drone targato Leonardo, al quale saranno affidati compiti di monitoraggio del patrimonio ambientale, delle infrastrutture, oltre che l’eventuale supporto alle operazioni di salvataggio e protezione civile, nonché sorveglianza dei confini.

23/02/2019, 01:46

drone, hobby, modellismo



Cosa-devi-sapere-se-voli-per-hobby?


 scoprilo ora!



A differenza di chi fa volare un drone per lavoro (es. termografia - controllo del territorio ... etc), chi fa decollare un quadricottero per utilizzo puramente ricreativo (hobby) deve attenersi ad un regolamento che è differente rispetto a chi ha dovuto/voluto prendere il patentino.


Ad oggi, e sino alla prossima estate (2019), quando il regolamento ENAC inizierà a modellarsi alle normative EASA, chi vola per hobby può tranquillamente attenersi a queste semplicissime regole:


  • scegli un luogo adatto al volo del tuo modello, ovvero dove non ci sono rischi di danneggiare persone / cose. Devi semplicemente essere ad una sufficiente distanza (non meglio definita) dalle abitazioni. 
  • puoi far volare droni sino a 25 kg, tenendo conto della regola precedente.
  • puoi volare alla quota massima di 70 metri e alla distanza massima di 200.
  • il drone deve sempre essere visibile "ad occhio nudo".
  • non puoi stare all’interno di are di traffico aereo (atz e ctr).
  • puoi filmare chiunque, ma non all’interno delle loro abitazioni né nelle aree private, oppure, se qualcuno viene filmato è meglio evitare di postare il video sui social. Massima attenzione all’utilizzo che si fa del video.
  • il tuo drone non è un SAPR se lo utilizzi per divertimento, quindi non occorre alcun brevetto/attestato.
  • puoi volare sino a mezz’ora dopo il tramonto e mezz’ora prima dell’alba, mai di notte.


Con la futura normativa EASA, nel 2022, cambieranno alcune regole; tutti gli aeromodelli saranno considerati aeromobili, ci saranno quindi alcuni PRO (ad esempio sarà possibile lavorare su commissione anche con droni non professionali, semplicemente superando un test on line) ed alcuni CONTRO (ad esempio il rigido controllo da parte delle autorità in merito alla posizione del drone in volo, attraverso un transponder che, obbligatoriamente, equipaggerà tutti i dispositivi volanti). Approfondisci qui l’argomento!

21/02/2019, 12:17

Amazon, drone postino, consegna amazon



Consegne-Amazon,-un-passo-avanti


 ...ma molti dubbi



Sino a qualche anno fa si pensava che Amazon volesse soltanto stupire i suoi clienti con l’idea di consegnare i suoi ordini tramite dei droni, eppure alcuni passi in questa direzione Amazon li ha davvero fatti.
Alcuni giorni fa è stato "approvato" un brevetto, inizialmente proposto nel 2016, il quale rivela il sistema con il quale Amazon ha intenzione di consegnare i propri pacchetti. Il sistema brevettato ha il nome di "Drone Marker and Landing Zone Verification". 
Il sistema descritto nel brevetto sembra essere in grado di riconoscere alcuni punti di riferimento all’indirizzo di un destinatario, mettendo in evidenza eventuali criticità, ostacoli alla consegna, presenza di rami, ad esempio, oppure elementi che possano disturbare l’avvicinamento del drone verso l’indirizzo prescelto.
Fatto questo passo avanti, il reale problema da risolvere sarà di tipo tecnologico; ovvero il drone dovrà atterrare presso la destinazione o lascerà cadere il pacchetto? In entrambe le situazioni occorrerà trovare una soluzione. Far atterrare un drone può voler dire renderlo disponibile ad un eventuale furto/danneggiamento, mentre abbandonare un pacchetto da una certa quota può voler dire che il contenuto dello stesso possa danneggiarsi all’impatto, o far male a qualcuno.
Siamo certi che Amazon stia pensando a tutto ciò, sebbene l’utilizzo dei droni-postini non pare essere immediato né, ad oggi, sembra una priorità.




12455
Create a website